Search  
La via del Tevere in auto in moto e in bici da corsa

 

La discesa del Tevere in auto in moto e in bici da corsa/strada

La discesa del Tevere effettuata con questi tre mezzi è bella, ma la discesa più suggestiva è quella lungo gli argini con una bici mountain bike o una bici  ibrida !! S'inizia dal valico Monte Fumaiolo (vene del Tevere) per arrivare a Sansepolcro percorrendo le strade che costeggiano il lago di Montedoglio e passando per Anghiari, uno dei borghi più belli d'Italia. Sansepolcro,  Città di Castello, Umbertide meritano una visita e la Torre di Pretola una sosta per ammirare il bel tratto di Tevere immaginandolo con mulini funzionanti situati sulla rapida ai piedi della torre dove ancora ci sono i  resti di travi di legno che componevano i loro basamenti. Il bosco didattico,  che si trova lungo la riva destra del fiume a Pontefelcino, merita  una passeggiata a piedi o con la bici da corsa condotta a mano, per evitare facili forature. A seguire una piccola sosta  alla torre di Torgiano e al borgo e poi una bella visita alla cittadina di Deruta per ammirare il borgo, le belle ceramiche  e il museo ad esse dedicato. Attraversando il Tevere si percorrono  strade che ci allonatnano dalla riva destra,  si attraversa Marsciano, con le sue fabbriche di laterizi, Fratta Todina  e da non perdere il Teatro più piccolo del mondo a Montecastello di Vibio. La città di Todi  merita di essere visitata con molta calma per ammirarla nel suo splendore. Da Pontecuti (Todi) iniziano le gole del Forello e per chilometri si gode il panorama del fiume che scorre in fondo alla  vallata per formare poi  il lago artificiale di Corbara. Da quì a Baschi  il Tevere non è visibile,   dopo il centro abitato  il fiume forma un altro lago artificiale  e la zona umida  di Alviano. Fino ad Attigliano sulla destra il fiume si avvicina e si allonatana alla nostra vista. Dopo la visita di Attigliano si attraversa il fiume e ci si dirige al parco dei Mostri di Bomarzo poi, per chi ha tempo, c'è da visitare la piramide etrusca e le cascate del Fosso Castello location della scena del battesimo del film  "Il vangelo secondo Matteo" di Pasolini (1) e la sua torre di Chia. Dal belvedere di Bassano in Teverina si gode una vista panoramica sulla vallata un più ampio panorama  che va dal Lago di Alviano fino ad Orte e oltre si vede a Sasso Quadro, per raggiungere questo punto c'è da percorrere una strada bianca ma ne vale la pena! A seguire la visita della cittadina di Orte e l'area archeologica di Otricoli anfiteatro, vecchia via Flaminia e il vecchio porto dell'Olio. Da Otricoli a Stimigliano  dopo aver attraversato il Tevere sul ponte che conduce a Ponzano si arriva all' abbazia privata di S. Andrea in Flumine che merita la visita. Si sale a Ponzano per la vista del "Fiasco" dopo si visita Filacciano , Torrita Tiberina che si affaccia su un'ansa del Tevere a 180°,  Nazzano con il museo del fiume e la Riserva Nazzano Tevere Farfa zona umida e lago di Nazzano dove si trova il traghetto Leonardo, l'unico sul Tevere. Da qui a Roma si percorre la via Tiberina ma del fiume nessuna vista lo si rivede alle porte di Roma altezza del Grande Raccordo Anulare. Con la bici da corsa si può andare lungo la pista coclabile del Tevere con la quale si attraversa tutta la città fino ad arrivare all'Ippodromo di Tor di Valle. Con auto e moto si attraversa la città sui lunghiTevere e dal ponte della Magliana fino al mare il Tevere lo si può solo immaginare lo si rivede a Fiumicino al ponte levatoio e ad Ostia al Ponte della Scafa.

 

(1)  Così scriveva Pier Paolo Pasolini nel 1966,

“…Ebbene, ti confiderò, prima di lasciarti, che io vorrei essere scrittore di musica, vivere con degli strumenti, dentro la torre di Viterbo che non riesco a comprare, nel paesaggio più bello del mondo, dove l’Ariosto sarebbe impazzito di gioia nel vedersi ricreato con tanta innocenza di querce, colli, acque e botri, e lì comporre musica l’unica azione espressiva forse, alta, e indefinibile come le azioni della realtà”

Pasolini acquistò la Torre di Chia solo nel 1970, dove abitò fino alla sua morte, avvenuta nel 1975.

Home:Tevere in Umbria:Eventi :Le perle del Tevere:Il fiume Nera :DIT 2016 tappe in bici
Copyright (c) Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy